Quando si dice la professionalità

Bambina di 4 anni rapita a Fano.
Fano: ragazza rapita dal padre da un centro di accoglienza.

Cosa hanno in comune queste due frasi? Sono la stessa notizia riportata in due momenti diversi su Repubblica.it oggi 18 gennaio. Se in un primo momento sembrava infatti che la vittima fosse una bimba di 4 anni senza specificare la dinamica dell’evento (si paralva “forse di uno straniero”) ora si capisce che la ragazza rapita ha 17 anni, è pakistana ed è stata portata via dal padre da un centro di accoglienza. L’articolo, visibile a questo indirizzo , si conclude con: “Questo almeno, secondo alcune testimonianze raccolte sul posto. Evidentemente il padre non si era rassegnato a veder crescere la figlia lontano da casa e dai suoi dettami.”

Quindi non contenti dell’errore madornale iniziale (magari imputabile all’agenzia che aveva dato la notizia originale), si cerca anche di interpretare cosa il padre della ragazza volesse per lei, fregandosene ovviamente sia dei fatti, sia del dramma di una famiglia di cui il giornalista non conosce palesemente nulla.
Manca solo il mago di Segrate.
Repubblica, ma mica siamo poco poco  finiti come Studio Aperto?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: