Castle – Quattro risate tra un omicidio e l’altro

C’è stato un periodo della mia vita in cui sbarellavo per le serie tv un po’ CSI un po’  Criminal Minds un po’ tutta quella roba lì tra cotton fioc e serial killer. Ah per CSI intendo l’unico decente, quello di Las Vegas con le supergnocche che fanno lapdance.
Poi ad un certo punto a forza di gente suqartata, donne torturate e bambini rapiti, mi sono un filo rotto le palle e ho iniziato a guardare serie tv sempre polizziottesche ma decisamente più leggere. Un Bones di qui, un Mentalist di la e un Castle qui e là.

Castle – Detective tra le righe (che noi italiani se non ci mettiamo il sottotitolo non siamo bravi) è la storia di un famoso scrittore (Richard Castle) che in procinto di iniziare il suo nuovo romanzo, in un momento di crisi creativa, chiede al suo amico sindaco di poter seguire da vicino una ispettrice di polizia (Kate Beckett) in modo da carpire idee, metodi e aspetti che potrebbero aiutarlo nella stesura del romanzo.

Lo scrittore famoso che fa il marpionazzo in una photo session

Ovviamente non lo affidano ad uno scrorfano umano,ma ad una detective molto attraente, bella, alta e magra, decisa ma fragile, forte ma con un passato opprimente. Vabè, è abbastanza gnocca ma non così tanto da sembrare finta.

La poliziotta bella ma non bellissima

Comunque tornando a noi, la serie è divertente, ben scritta e i personaggi sono ben caratterizzati. Tutti i personaggi, compresa la madre di Castle, una ex attrice svampitissima, e la figlia, una bravissima ragazzina che ha molto più giudizio del padre.

E il punto vincente è proprio il fatto che nonostante si parli ovviamente di omicidi, il tono è sempre abbastanza leggero, la battute tra i protagonisti sono molto simpatiche e frizzanti e poche volte si è vista una New York così in una serie tv (no CSI NY fa schifo, diciamolo, mi mette depressione).

Su Sky (e in USA) stanno dando la 4° serie, su Rai 2 la terza. Ah poi si vocifera che l’attore che interpreta Castle (Nathan Fillion) sia uno dei papabili Nathan Drake per la trasposizione al cine del gioco di Uncharted.

Piccola aggiunta: il personaggio di Richard Castle è così ben riuscito che hanno avuto l’idea di mettere veramente in vendita i suoi romanzi, di cui si parla nella serie. Sono già 3 i libri usciti, ottimo esempio di come poter far fruttare un’idea ben pensata.

Annunci

2 Responses to Castle – Quattro risate tra un omicidio e l’altro

  1. giopep ha detto:

    Nathan Fillion è un ganzo, Drake o non Drake.

  2. dave182 ha detto:

    Ah concordo pienamente. Ho aggiunto una notiziola sui libri che hanno veramente pubblicato a nome Castle 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: