Sherlock: un Holmes dei giorni nostri

Sherlock Holmes è un personaggio sicuramente affascinante, e anche molto fortunato. Negli anni infatti, ha sempre goduto di trasposizioni extra-letterarie di primissima qualità, a partire dallo sceneggiato di fine anni sessanta, passando per la serie animata (aimè prematuramente interrotta) coprodotta da Rai e Miyazaki per arrivare ai due blockbuster con protagonista Robert Downey Jr. (ah mi è piaciuto anche Piramide di Paura, non scordiamolo).

La BBC, nel 2010, ha deciso che era tempo da un lato di cavalcare il grande successo dei film con protagonista Iron Man, dall’altro di dare una svecchiata al personaggio, e ha quindi prodotto una miniserie di 3 episodi della durata di circa un’ora e mezza l’uno con protagonista ancora una volta il nostro detective dalle intuizioni geniali.

C’è però una piccola differenza con lo Sherlock Holmes che tutti sono abituati ad immaginarsi: questo vive nella Londra odierna, tra cellulari, computer internet e blogger. Puttanata colossale o grande intuizione? La seconda, perchè per fortuna, gli sceneggiatori sono riusciti a ricreare esattamente il personaggio così come deve essere, nel nostro mondo. E funziona, alla grande.

Per altro la scelta del cast è stata molto azzeccata: il detective ha il volto di Benedict Cumberbatch e il suo fido scudiero Watson è interpretato da Martin Freeman. Giusto per far capire che gli americani non vedono l’ora di razziare la terra della Regina, Cumberbatch sarà il cattivo del prossimo Star Trek e Freeman impersonerà Bilbo nell’Hobbit.

Sherlock infatti riesce ad essere quel tanto supponente da essere a volte particolarmente antipatico mentre Watson è sicuramente meno imbranato del suo corrispettivo letterario risultando per altro il personaggio “umano” dei due.

Su Italia uno hanno dato l’intera (3 apisodi appunto) prima stagione, in UK sono al secondo episodio della seconda (che sarà di nuovo costituita da tre putate).

Insomma, una serie consigliatissima, molto piacevole con bravi attori e produzione di alto livello. E non è americana.
Bisogna dire altro?

Annunci

One Response to Sherlock: un Holmes dei giorni nostri

  1. […] essere interrotto)  nel guardare la prima puntata della seconda stagione di Sherlock, serie di cui avevo già parato qui. E ne sono (nuovamente) rimasto folgorato. Attori bravissimi, script perfetto, tensione alle stelle […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: