Uncharted: l’abisso d’oro. Un gran gioco per una piccola console.

0711719201021La serie di Uncharted ha sempre suscitato in me sentimenti contrastanti: il primo mi è piaciucchiato così cosà, il secondo l’ho trovato un gioco pazzesco, il terzo mi ha fatto venire la diarrea. Però tutti i capitoli hanno in comune due aspetti: un comparto tecnico fuori parametro e una caratterizzazione dei personaggi che non ha pari nel panorama degli action adventure. Certo, se andiamo a scovare qualche avventura testuale troviamo dialoghi probabilmente più interessanti, ma gli scambi di battute tra Nathan Drake e i suoi amici è qualcosa da film di serie A.

Uncharted: l’abisso d’oro è un capitolo sviluppato apposta per PS Vita, console che mi sono regalato per natale ben sapendo (ma spero vivamente di sbagliarmi) che da qui a poco la userò come soprammobile o per giocarci con 4 lire con i titoli PSP sul PS Store.

Comunque dicevo, mi sono avvicinato a questo nuovo episodio con un po’ di titubanza, dovuta alla delusione del 3° capitolo, e invece, sia perché l’ho scaricato gratis essendomi abbonato al PS Plus (9,90 euro per 3 mesi in offerta) sia perché il titolo ha veramente degli ottimi spunti, mi è piaciuto un casino, ma veramente tanto.

Innanzitutto si spara molto ma molto meno che in Uncharted 3. Non che Drake se ne stia con le mani in mano eh, anzi, falcia decine e decine di cattivoni, ma comunque il gioco è molto meno frustrante.

L’avventura è molto piacevole, la storia è più credibile del solito e come sempre lo script dei dialoghi è qualcosa di spettacolare. Menzione d’onore per la colonna sonora, veramente ispirata e sempre azzeccatissima con quello che accade intorno a noi.
Quando dico che la storia è più credibile, è che a Nathan ne capitano di ogni anche qui, ma non è una pallina di un flipper come gli succede negli ultimi due capitoli per PS3.

Tecnicamente poi questo gioco (insieme a Wipeout) fa capire di cos’è capace il portatile Sony, se fosse sfruttato come Dio comanda. Questo però è anche un problema per PS Vita, in quanto produrre un gioco così non credo si discosti molto, a livello di costi, dal produrre un titolo di alto livello per le console da casa.

Comunque se si possiede una PS Vita non si può proprio evitare di giocare questo piccolo gioiello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: