Castlevania: Mirror of Fate, un gran bel giochino

MoF-GameAmmetto che non sono mai stato uno dei fan integralisti della serie Castlevania. Ci giocavo su Game Boy, ci avevo giocato (ma non finito) su SNES, e avevo adorato, ma proprio da impazzire, Symphony of The Night. Però ammetto che, a parte appunto il titolo per la prima Playstation, il resto non mi ha mai acceso il sacro fuoco del superfan. Capisco chi li considera degli ottimi giochi, ma io mi rompo i coglioni. Però poco più di tre anni fa Konami mi affida il franchise a degli spagnoli, i Mercury Steam, che da bravi fan di God of War, serie che invece adoro, che fanno? Prendono Castlevania e gli danno finalmente la prima incarnazione in 3D che meriti di essere ricordata, (copiando di brutto) “ispirandosi” il combat system di GoW.

In questo spin-off per 3DS, Mirror of Fate, sinceramente mi aspettavo di trovare quello che Ready at Down aveva fatto su PSP con Kratos e Co., ovvero una versione miniaturizzata del gioco “grande”. E invece sti spagnoli che mi tirano fuori? Sì, un titolo con quelle meccaniche e quello stile di combattimento, ma in rigoroso 2,5D, ovvero quel modo di raffigurare la scena di lato, ma tutto con un motore grafico tridimensionale (che con il 3DS acquisisce un tono ancora più treddì).

Il gioco l’ho completato al 75% in circa 9 ore, e mi ci sono divertito parecchio. Certo non è un titolo super tecnico, ma i combattimenti sono spesso gustosi, le magie che si utilizzano sono tutte più o meno utili (anche perchè certe parti di mappa sono irraggiungibili senza) e le ambientazioni sono artisticamente molto ispirate. Menzione d’onore per la colonna sonora (tutta orchestrale, non ci sono chitarre o batterie come i classici Castlevania), veramente eccellente e sempre adatta a quello che capita su schermo.

Certo, si usa sempre la stessa arma principale per tutto il gioco, e sì, nonostante Mercury Steam abbia voluto mantenere un certa impostazione di fondo in linea con i Castlevania precendeti (la mappa che si scopre man mano che si va avanti in primis), il tutto è molto molto molto semplificato. Però è divertente, e mi ha fatto venire quella voglia di “dai vedo ancora cosa c’è lì dietro quella porta e poi spengo” che fanno volare il tempo.

39 euro sono tanti, lo so, ma se si trova a meno è un acquisto che, secondo me, un possessore di 3DS a cui piacciono gli action non può lasciarsi sfuggire.

Ah, non compratelo per la trama, decisamente no, ma non ho memoria di Castlevania a cui hanno dato un Oscar per la sceneggiatura. 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: