Watch Dogs, la vita vera e il camminare con il telefono in mano.

Watch-Dogs-Ubisoft-cover-artCredo che tutti gli appassionati di videogiochi sappiano cos’è Watch Dogs e qual’è il fulcro su cui la trama ruota. Il protagonista, quello che noi controlliamo, è un hacker, anzi, un super hacker, come al solito di quelli anomali da film, ovvero è un figo della madonna, giustiziere e killer, e non il solito nerd che dovrebbe essere.

Ma a parte questo, è uno che vive col cellulare in mano, in quanto il telefono gli permette di collegarsi tramite un hack al sistema informatico della città e sapere tantissime informazioni di tutte persone che incontra.

A parte che se esistesse una cosa del genere LA VORREI SUBITO, ma mi sono accorto di quanto realistica sia questa situazione ovvero: andare in giro dando retta al telefono senza rendersi conto di dove si stanno mettendo i piedi.

E’ triste che sia stato un videogioco a farmi accorgere della cosa, ma quante volte perdo la concentrazione su quello che mi accade intorno per guardare il cellulare? Tantissime, e cosa ancora più grave, magari pure mentre guido o attraverso la strada, demandando di fatto al processi in background del mio cervello (oh parliamo in informatichese eh) la vigilanza dei pericoli che potrebbero esserci lì fuori.

Poi leggi di quelli che hanno un incidente mente di fanno un selfie e ti rendi conto che tu non sei messo proprio male male.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: