Gli esoscheletri della marmotta

EOT_Fnl_Tombstone_205x305Ieri finalmente sono riuscito ad andare a vedere un film in un cinema IMAX. Sono andato in quello dell’UCI Cinemas di Pioltello e sono andato a vedere Edge of Tomorrow con Tom Cruise e quella supergnocca di Emily Blunt.
Innanzitutto ricordo che non sono un fan del 3D ma all’IMAX era solo in 3D il film quindi amen.

Per fortuna, come speravo, la maggiore luminosità e l’altissima risoluzione della tecnologia IMAX hanno di gran lunga mitigato i classici problemi del 3D, ovvero immagini scure e a volte sfocate o poco dettagliate.

Quindi l’esperienza tecnologica è promossa, sia come qualità di immagine (il trailer di Transformer 4 è stato una roba incredibile) sia come sonoro, che neanche la mitica sala Energia di Melzo (ad oggi il mio parametro di riferimento) riesce a tenere il confronto.

Detto che l’IMAX mi ha fatto veramente godere, passiamo al film, che è un ottimo film di fantascienza, divertente, adrenalinico, in alcuni punti anche comico, dove tutto funziona come deve.

La coppia Cruise/Blunt va alla grande, la trama fila via senza intoppi, non c’è mai un momento di stanca e per grazie del Signore il film non dura 2 ore, ma “solo” 111 minuti, e quindi ha la durata giusta per permettere agli spettatori di uscire dalla sala senza che i coglioni vengano attratti dalla forza di gravità verso il terreno.

Una cosa che ho notato, e che secondo me porta questo Edge of Tomorrow a piacere forse più agli europei che agli americani, è che è ambientato proprio nel vecchio continente. Certo, sarà un omaggio al settantennale del D-Day, ma lo sbarco sulle spiagge francesi fa sempre il suo porco effetto a livello di coinvolgimento anche in ambiti futuri, e poi insomma il film inizia a Londra e poi… e poi andatevelo a vedere.

Come detto da più parti in mille siti/giornali, uno dei più grandi pregi di questa produzione è prendere a piene mani idee da altre pellicole/videogiochi e fare un mischione che è però, al contrario dell’andazzo solito,  molto molto godibile.

Di tutte le citazioni (Aliens, Gears of War, Starship Troopers, Ricomincio da Capo, altri eventuali) però quella che mi ha fatto sorridere di più è stato il chiaro omaggio a Top Gun. Mancava solo l’F-14 in decollo sullo sfondo.

Il problema è: ma se mi abiuto all’IMAX come faccio a vedere un film in un altro cinema? E 13 euro non sono un po’ troppi? E l’IMAX di Pioltello è grosso, o è un nanetto rispetto a cinema simili in giro per il mondo?

Comunque Edge of Tomorrow è figo, punto e basta. E poi oh, a me Tom Cruise  è sempre piaciuto e Emily Blunt è, ad oggi, l’attrice più gnocca che c’è (anche se qui mi è dimagrita un filo troppo, la ricordo con vero amore la sua gnoccolosità ne I Guardiani Del Destino).

 

 

Annunci

2 Responses to Gli esoscheletri della marmotta

  1. lapinsu ha detto:

    “Tom Cruise che salva il mondo” is the new “il maggiordomo è’ l’assassino”.
    Così Edge of tomorrow l’avevo bollato come una brutta copia di Oblivion (carino ma non leggendario film dell’anno scorso) eppure in giro leggo solo commenti ultra positivi.
    mi sa che devo farci un pensierino

    • dave182 ha detto:

      Sai qual’è una delle armi vincenti di questo? Che ridi pure, che lui non è un eroe senza macchia ma anzi, soprattutto all’inizio è l’apoteosi del cagasotto. In mani diverse poteva essere una cagata storica, invece è uscito bene. Unica cosa, è possibile che non a tutti garbi il finale, a me è piaciuto , però è proprio questione di gusti. 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: