Gli X-Men e i giorni di un futuro che non c’ho capito una mazza.

x-menQuando ormai QUATTORDICI anni fa uscì al cinema il primo X-Men, ero molto molto curioso di vedere come uno dei miei registi preferiti, Brian Singer, avrebbe gestito un film di super eroi.

Che poi mi chiedevo: ma come faranno a non far sembrare dei fenomeni da baraccone dei tizi vestiti nelle peggio maniere? La risposta era in realtà molto più semplice del previsto, vestendoli di pelle nera, ma ovviamente anche creando una storia e dei personaggi più verosimili, quasi anticipando (quasi eh) quella voglia di “facciamolo vero” portata poi all’estremo da Nolan coi suoi Batman.

Da assoluto non conoscitore dei fumetti, il primo film degli X-Men mi è piaciuto tanterrimo. Certo, sapevo che Wolverine non era un tizio altro quasi 2 metri, ma la storia, i personaggi, tutto proproi mi è piaciuto molto (essendo poi io innamorato perdutamente di Famke Janssen.

X-Men 2, al contrario dei veri fan del Professor Xavier e i suoi amichetti, mi è piaciuto ma non come il primo, mentre il terzo l’ho preso quasi come uno spin off. Non ho visto i due film dedicati a Wolverine, ma ho apprezzato moltissimo X-Men L’inizio, ambientato negli anni ’60.

Ero curioso di vedere come Singer, come sempre a suo agio con tanti attori di cui molti famosi, approcciasse questo X-Men Giorni di un futuro passato, dove coesistono sia gli storici Wolverine, Tempesta con i vecchi Xavier e Magneto, insieme ai giovani mutanti dei primi anni ’70.
Il risultato è un ottimo film, ma veramente ottimo, che a mio avviso rischia di portare questo ultimo X-Men in testa al mio gradimento.

Nonostante la pellicola duri oltre due ore, non mi sono annoiato e non ho trovato alcuna parte sacrificabile. Anzi, altri registi (Peter Jackscoff… coff..) avrebbero sviluppato alcuni spunti riuscendone a tirar fuori pure una trilogia probabilmente, ma Singer no. Il film punta ancora di più il focus sulla diversità degli umani e dei mutanti, una diversità e un odio che può portare solo alla catastrofe. La catastrofe però può essere fermata con una specie di viaggio nel tempo, quando uno dei protagonisti verrà spedito nel passato per cambiare qualcosa (sì, il mio amore per i film con viaggi nel tempo è sempre più forte, lo so).

Quindi tutto bene? Tutto figo? Sì e no. Sì perchè come ho detto il film è molto bello (spettacolare il personaggio interpretato da Peter Dinklage), no perchè non ho capito il finale.

E qui di seguito chiedo un aiuto ATTENZIONE SPOILER 

SPOILER

SPOILER

SPOILER

SPOILER

SPOILER

SPOILER

SPOILER

SPOILER

SPOILER

SPOILER

SPOILER 

SPOILER 

SPOILER 

Oh, SPOILER l’ho scritto eh, chi va avanti lo fa a suo rischio e pericolo.

Allora dicevo: Wolverine non muore nel passato ma si salva. Ora, mentre è tra la vita e la morte la mente del Wolverine del futuro torna nel corpo del Wolverine del futuro. Ok. Ma la mente del Wolverine del passato dovrebbe “risvegliarsi” nello stesso momento. E i ricordi di questo Wolverine qui?

Perchè Logan nel futuro dice a Xavier di non ricordare gli ultimi 30 e passa anni. Praticamente il suo ritorno cancella completamente ricordi, personalità e altro del Wolverine del passato, e quindi, cosa ricorda il Wolverine del futuro?

Shadowcat (Ellen Page) dice a Wolverine che alla fine lui sarà l’unico a ricordarsi della guerra, è vero, ma in teoria gli dice anche che dovrebbe ricordarsi di quello che accade nel flusso temporale alternativo. E allora? Mi sono perso qualcosa? McFly c’è qualcuno in casa?

Se mai qualcuno leggesse queste righe e mi spiegasse la cosa lo apprezzerei. Ciau.

Annunci

2 Responses to Gli X-Men e i giorni di un futuro che non c’ho capito una mazza.

  1. lapinsu ha detto:

    Io l’h interpretato che quando la mente di Logan torna nel futuro, caccia via dalla mente di Wolverine i ricordi post salvataggio nel fiume. Quindi lui ha
    – tutti i ricordi di Logan fino alla guerra e al viaggio del tempo +
    – i ricordi della missione nel passato
    Quei 30 anni di vita parallela sono ricordati solo dalla coscienza che è stata estromessa da Logan quando è tornato sul suo corpo.

    Spero di essere stato abbastanza chiaro… che il giro è un po’ complicatino ehehehehehehe

  2. dave182 ha detto:

    Sì sì chiarissimo, e concordo. Solo che a sto punto il Logan che è vissuto fino a quando quel’altro torna nel suo corpo nel futuro cessa di esistere. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: