Asus T100, il tablet che serve veramente (a me).

Transformer-Book-T100_1Devo essere sincero, quando Microsoft ha pubblicato Windows 8 il mio primo pensiero è stato: ma questi si sono grippati il cervello.
Incatenato all’idea di PC (fisso o portatile poco importa) da ormai lustri e lustri, il fatto di avere due anime in uno stesso device mi aveva fatto storcere il naso perchè se doveva essere un tablet, non aveva senso la versione desktop di Windows, al contrario se si trattava di un computer, l’interfaccia a quadrettoni era inutilizzabile.

Però, e c’è un però, mi è sorto il bisogno di avere un computer portatile molto piccolo ma potente, dove potessi utilizzare sia office che alcuni programmi di video e audio editing.
Ho provato sia con iPad, sia con un tablet android pure di fascia mica da ridere (Asus TF300T) ma niente. Nessuno riusciva a darmi quello che volevo.

C’è poco da fare , se uno deve editare dei documenti a livelllo professionale, anche il miglior office per iPad non regge il confronto con quello per Windows. Non parliamo poi di editare file audio o video. Il versante Android è messo ancora peggio con applicazioni assolutamente non all’altezza.

Ed è qui che ho deciso di andare sul lato oscuro dei tablet, e il modo più economico era questo T100.
Innanzitutto parliamo del prezzo. Io l’ho pagato 330 euro, compreso ovviamente di dock tastiera e di codice per il download gratuito di Office Home/Student Edition.

Che dire, il tablet funziona benissimo, è veloce, potente (grazie ai nuovi processori Atom che per fotuna non hanno nulla in comune con qulle chiaviche piazzate nei netbook qualche anno fa), e ci posso fare veramente tutto quello che voglio.
La tastiera è agganciata al tablet con un robusto connettore che permette di non avere problemi nella gestione del device, anche se, non avendo batteria al suo interno, è un po’ leggerina e quindi a volte è possibile che usando le dita sullo schermo, questo si sbilanci all’indietro (basta farci la mano).

Il fatto è che tutto quello che su un tablet Apple o Android è complicato, qui diventa normale. Vedere serie tv in streaming da internet, guardare skygo, giocare agli emulatori (magari attacandoci un controller usb se si usa la dock), lavorare con Office, usare software di editing, insomma, ammetto che mi ha cambiato molto il modo di lavorare e divertirmi.

Tipo, ho giocato The Last Door al mare senza portarmi dietro un cassone della madonna. Ai più smanettoni c’è anche da dire che installandoci Steam, funziona abbastanza bene lo streaming da un PC principale, cosa che ha ancora diversi problemi, ma più giochi saranno nativi con questa funzione, più il servizio funzionerà come Dio comanda.

Lati negativi ovviamente ce ne sono: il primo sono i materiali. Il corpo del teblet è di plastica e neanche della più rinomata. Attenzione, non siamo a livello di cinesate varie eh, ma Asus ci ha abituato a ben altro (per inciso la tastiera invece è ottima a parte il mousepad, veramene molto cheap).
Il secondo neo è la risoluzione dello schermo, che per me è sufficiente, ma nei suoi 10 pollici siamo piantati a 1.366 x 768, risoluzione standard di un portatile, quando Apple, Samsung e anche LG ormai sono a risoluzioni pazzesche (però con l’uscita microHDMI non si impazzisce nel collegarlo alla TV). Il terzo lo storage: i 32gb dichiarati sono una mera chimera. Dopo aver installato office ci ritroviamo con 12gb scarsi liberi. Cosa molto molto positiva però è poter installare tutti i programmi nella MicroSD, che diventa praticamente il disco D:

Grandissima cosa, è l’autonomia, che è assoluitamente è paragonabile a quella di un tablet android di quelli che durano tanto, e molto vicino ad un iPad. Insomma, un 7-8 ore dura tranquillamente ed essendo tutto lo starege memoria a stato solito, accensioni, spengimenti sono velocissimi (sì ci mette meno a partire questo ocn Windows 8.1 che un iPad Air, cronomentrato).

Quindi consigliatissimo, molto utile, ci si possono fare un sacco di cose sia serie che facete, ma diciamo:
Serve a chi: vuole un tablet/PC molto portatile, potente, che può far girare Office, Programmi vari, e giochi tecnicamente non esosi (leggi i titoli Telltale 🙂 )
Non serve a chi: usa il tablet solo per giocare ai titoli mobile e navigare su internet, chi vuole milioni di giochi gratis da provare ogni 5 minuti, chi non deve usare office o programmi di utilità seria.

Annunci

One Response to Asus T100, il tablet che serve veramente (a me).

  1. Anime Download ha detto:

    Ciao ho beccato questo blog cazzeggiando sul web,
    Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: