Videogiochi di calcio, dieci pietre miliari. Capitolo 1: Kick Off

hqdefaultNel 1989 (Dio quanto tempo è passato) vide la luce il grandissimo Kick Off di Dino Dini, un gioco di calcio che avrebbe rivoluzionato il modo di intendere lo sport pallonaro nei videogiochi.

In quel tempo dove internet non esisteva, ero passato da poco all’Amiga 500 dal C64 e invidiavo in maniera decisamente malsana quel gioiello che era Microprose Soccer ai possessori del mio vecchio computer. Ma come, io avevo la cosa più figa della terra e Microprose mi fa sto scherzo? Però, per fortuna direi, alla corrosione del mio fegato venne in aiuto la ANCO, che pubblicò appunto Kick Off.

Se da una prima, fugace occhiata la telecamera a volo di uccello poteva far sembrare Kick Off un clone di Microprose Soccer, dal momento in cui si impugnava il joystick si capiva che eravamo su un altro pianeta.
Mi ricordo che quello che mi aveva colpito era innanzitutto la mostruosa velocità del tutto. I giocatori correvano come disperati, la palla schizzava ovunque e i primi momenti furono di vero e puro smarrimento.

Eppure, con la costanza, l’allenamento, con il mio fido Speedking (il miglior joystick mai avuto) e il suo unico pulsante, potevo compiere quasi qualsiasi cosa volessi.

Rendiamoci conto, un tasto uno.

Rendiamoci conto, un tasto uno.

Galoppate infinite sulla fascia e cross al fulmicotone per capocciate di testa, pallonetti chilometrici, fallacci con omini che attraversavano lo schermo per falciare l’avversario e poi il mitico, incredibile, refuso nella scritta “Cartellino Giallo” che diventava “Artellino Gaillo”.

Rigiocare ora a Kick Off è quasi impossibile se non con una enorme voglia di sbattere il muso contro un gameplay presciso al millimetro ma proprio per questo che non concede nulla di nulla di nulla.
Eppure Kick off ha veramente cambiato radicalmente molte cose nel “videogioco calcio”. Per la prima volta venivano fischiati i falli come si deve, c’erano appunto ammonizioni ed espulsioni, c’erano 11 giocatori in campo (cosa non scontatissima al tempo). Insomma, era il calcio “vero”. E non ho neanche idea di quanti giorni ci ho passato sopra.

Tutti i post sui Videogiochi di Calcio: 10 Pietre Miliari li trovate cliccando qui.

Annunci

One Response to Videogiochi di calcio, dieci pietre miliari. Capitolo 1: Kick Off

  1. lapinsu ha detto:

    Che m’hai ricordato… ce l’avevo pure io, sul mio PC1 Olivetti 😀
    Con lo schermo CGA era difficile addirittura distinguere i giocatori, ma che SPASSO ASSOLUTO eheheheh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: