I Pinguini di Madagascar e il problema di essere troppo famosi

50205In queste vacanze natalizie passate ormai da due settimane e oltre abbiamo fatto un po’ incetta di film di animazione. E tra un Big Hero 6 visto e un Asterix che è ancora da vedere, ecco che oggi parlo dei Pinguini di Madagascar, quattro personaggi che sono entrati di diritto nella mia personale hall of fame dei cartoni (se così li possiamo ancora chiamare) insieme a gente come Gatto Silvestro e Duffy Duck.

Skipper, Kowalski, Rico e Soldato, grazie alle loro incredibli invenzioni ed avventure alla fine sono diventati praticamente più famosi dei veri protagonisti della serie Madagascar, ovvero Alex il leone e gli altri animali dello Zoo di NY. Il fatto che Skipper e soci abbiano da anni una serie animata tutta loro, che gli siano stati dedicati dei cortometraggi ad hoc e che alla fine siano molto presenti nei palinsesti televisivi nostrani, ha raffreddato e di molto l’impatto che poteva avere questo spin off sul pubblico.

Il film uscito nelle sale a dicembre sembra raccontare la genesi dei personaggi, ma alla fine, a parte i primi dieci minuti dove si vedono i protagonisti cuccioli (intro per altro distributo gratuitamente e ufficialmente su youtube dalla stessa DreamWorks) il resto del film è come se fosse una mega puntata della serie tv, senza particolari novità, senza acuti, con l’aggravante per altro (SPOLER) di non avere come sidekicks neanche il re “Coda ad Anelli” e i suoi sudditi, Mortino su tutti.

Anche tecnicamente siamo di fronte ad un lavoro fatto con perizia sì, ma senza picchi, cosa che ricorda la mossa di Pixar con il primo Planes, un film pensato per l’home video ma poi distribuito nelle sale. Insomma, parlando sempre di DreamWorks, siamo su un livello nettamente inferiore a Dragon Trainer 2 e neanche lontamente paragonabile a Big Hero 6 di Disney.

I Pinguini di Madagascar mi ha lasciato con l’amaro in bocca. Forse ero partito troppo entusiasta e forse i dieci minuti iniziali mi avevano fatto pensare a tutto un altro film, ma veramente l’ho trovato troppo troppo un compitino per arrivare a tirare su qualche soldo a natale.

I personaggi sono carini, ci sono molte gag e tutto quello a cui i quattro pinguini ci hanno abiutato in questi anni c’è, ma c’è proprio solo quello.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: