La buona educazione parte dalle piccole cose.

Ieri sono andato col pupo a vedere il film di Doraemon al cinema, all’UCI cinema di Pioltello. Ne trovate una brevissima recensione qui.

Ora, era lo spettacolo delle 14 (che è iniziato alle 14:25 grazie alla quasi mezz’ora di pubblicità ma su questo ci torno dopo). Capisco che un genitore, al contrario di me, si disinteressi completamente di un cartone animato dove i protagonisti sono un gruppo di ragazzini e un gatto robot blu, ma io mi chiedo perchè spendere 17 euro (9,50 per l’intero più 7,50 per il ridotto) e poi rompere i coglioni agli altri nella sala perchè devi guardare il cellulare.

Per fortuna ero tre file dietro e la conformazione delle poltrone mi permetteva di non essere infastidito più di tanto, ma cosa c’è di così importante che non puoi stare 90 minuti contati senza aprire sto cacchio di telefono? No perchè uno fosse un chirurgo in reperibilità allora ok, ma visto che sporgendosi un po’ si vedevano le foto di una ragazza che difficilmente era la madre del bimbo alla destra di sto tizio, insomma, anche una vangata sul naso te la meriti.

Poi dico, non ti frega nulla? Fai come quello due file dietro che si è abbioccato. Perchè in una sala buia, anche solo la luce del tuo telefono rompe le palle. Ed è proprio un grandissimo esempio tuo figlio che già da subito capisce che se una cosa non ti interessa puoi fare quello che vuoi, anche se rompi le palle al prossimo. Poi se un insegnante ti chiama perché la tua bestia disturba in classe, fa casino o è semplicemente un maleducato del cavolo, tu te la prendi con l’insegnante, mica con tuo figlio o con te stesso che per altro sei l’unica vera causa di tutto. Senza contare che in sala c’erano altre persone, tutte educate, che hanno speso i loro soldi per far vedere un film ai bimbi, non per sapere i fattacci tuoi su Whatsapp.

Il dramma è che per queste persone è perfettamente normale comportarsi così, e sarà perfettamente normale per i loro figli. E mentre tu ti dai da fare per rendere il tuo una persona educata, rispettosa degli altri, avrai sempre a che fare con imbecilli del genere.

Ripeto, non lamentatevi se poi vi ritrovate delle teste di minchia in casa.

Piccolo commento sul cinema: cari amici del’UCICinemas, vedete di evitare prima di un film per bambini di mettere il trailer con le scene tagliate del film con Verdone e Albanese dove su 10 parole 8 sono parolacce. Così giusto per eh, visto che è una pubblicità proprio vostra, dell’UCI, come dicono Verdone e Albanese stessi.

 

Annunci

One Response to La buona educazione parte dalle piccole cose.

  1. Protein 90 ha detto:

    Hello, after reading this remarkable paragraph
    i am as well happy to share my experience here with friends.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: