Agent Carter, benvenuti negli anni ’40

agent-carter-768Stasera Sky Cinema 1 inizia a trasmettere la prima stagione di Agent Carter, serie TV spin-off di Captain America – Il primo Avenger, iniziata, si dice, per tappare il buco tra una stagione e l’altra di Agents Of S.H.I.E.L.D.

Ecco, mettiamola così: con Agents Of S.H.I.E.L.D ho resistito per un episodio e mezzo prima di mandarlo a quel paese, con Agent Carter mi sono finito la prima stagione (otto episodi) in due giorni.

Partiamo col dire che secondo me è necessario goderselo in lingua originale, in quanto il fatto che la protagonista Peggy Carter e la sua spalla Edwin Jarvis (sì proprio quel Jarvis, maggiordomo tuttofare del papà di Tony Stark) parlino inglese in un mondo di bifolchi yankee anni ’40 fa il suo effetto.

Altra cosa, ma qui stranamente non mi ha dato fastidio, Agent Carter è una serie con dei buoni valori di produzione, ma non è una di quelle in cui hanno buttato un budget spropositato. E’ fatta bene, tutto è al proprio posto, ma insomma ultimamente la televisione ci ha abituato ad altro.

Detto questo gli otto episodi della prima stagione riescono in maniera molto piacevole a gestire un arco narrativo quasi sempre senza punti morti, con personaggi caratterizzati benissimo e una trama per nulla banale che tiene lo spettatore incollato al divano per sapere cosa succede da lì a poco, bilanciando le cose con una sana dose di battute tra i protagonisti (i siparietti tra Peggy e Jarvis sono spettacolari).

Il bello è che pur essendo innestato nell’universo Marvel, il tutto non ha nulla a che fare con supereroi vari, ma ci si ritrova davanti più una spy story pre-guerra fredda che una serie di combattimenti acrobatici (combattimenti che a parte qualche fisiologica scazzottata sono del tutto assenti).

Il tutto poi calato in un’ambientazione anni ’40 molto credibile e ben fatta. Gli americani anche con budget non stellari sanno comunque rendere su schermo il loro passato anche meno recente, con una qualità aimè a noi non del tutto conosciuta.

Quindi qui si consiglia Agent Carter, una piacevole parentesi in un mondo di serie TV forse troppo dominato dal crime in senso morboso o da gente che si pigli a mazzate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: