La Batmobile, un gran pezzo di macchina

14/01/2013

the-batmobile-special-imgSolitamente rimango abbastanza deluso dai contenuti speciali dei DVD/Bluray che acquisto. Sarà che acquisto veramente solo i film che mi piacciono tanterrimo e vorrei sapere tutto ma proprio tutto quello che ci sta dietro, sarà che mi piace sapere come nascono queste opere ma spesso mi ritrovo a pensare “tutto qui”?

Ci sono molte eccezioni eh, su tutte la trilogia di Ritorno al Futuro e Indiana Jones (vedere Tom Selleck che fa il provino per Indy è impagabile).

L’altro giorno mi sono messo a guardare il DVD bonus de Il Cavaliere Oscuro: il Ritorno e devo ammettere che è abbastanza interessante. Oddio, niente di fantascentifico, ma alcuni filmati sono molto carini. Quello che però mi ha fatto pensare di non aver buttato i soldi nel cesso è il lungo (45 min circa) speciale sulla Batmobile, dalla sua genesi nei fumetti alle varie iterazioni di film e telefilm. Tale speciale è in realtà una produzione a se stante dal titolo  ‘The Batmobile’ Documentary

Fantastico vedere come è nata la Batmobile di Adam West, quella della serie degli anni ’60, o il cambiamento tra i progetti di Tim Burton e quelli di Joel Schumacher. Incredibile poi il lavoro fatto sul Thumbler, la Batmobile dell’ultima trilogia. E’ un veicolo non solo perfettamente funzionante (per altro anche tutte le altre sono auto vere e proprie) ma che fa moltissime delle cose che si vendono nei film:  va velocissima, salta macchine in corsa, sfonda muri, insomma, un sogno nel traffico cittadino (e lo stuntman che la guida è un pazzo furioso).

Se qualcuno ha la possibilità di reperire lo speciale (o nel DVD bonus o in altra maniera) se lo guardi con piacere, è molto molto bello, in alcuni momenti anche toccante (sembra strano detto della Batmobile ma parlano anche di eventi di beneficenza con dei bimbi malati) e comunque permette di capire che lavoro IMMENSO ci sia dietro produzioni di questa portata.

Brum Brum Brum!!!! Agevolo il promo.

Annunci

Un Polpo Alla Gola – ZeroCalcare e una storia bellissima

23/11/2012

Del precedente lavoro di ZeroCalcare avevo già scritto qui e mi era piaciuto moltissimo.
Finalmente è uscito il suo secondo libro, Un Polpo Alla Gola, e ancora una volta il ragazzo si conferma non solo un fuoriclasse del fumetto italiano, ma una persona che riesce a contestualizzare in maniera quasi fisica dei periodi storici della sua (mia, nostra) vita, fino a farci riviviere col pensiero dei momenti simili del passato.

Un Polpo Alla Gola è una storia molto diversa dalla Profezia Dell’Armadillo. Prima di tutto è una storia vera e propria e non un insieme di brevi sketch che ne formano una più grande.
E’ la storia di un segreto innominabile, di una colpa senza redenzione, di un enorme peso sull’anima (il polpo del titolo) che attanaglia il protagonista in una morsa asfissiante.

E’ veramente notevole come un fumetto “leggero” possa portarsi dietro un pathos simile. Era successo nella Profezia e succede nel Polpo. E ZeroCalcare riesce dove moltissimi falliscono, nel coinvolgerti senza soluzione di contiunità sino alla fine. Bellissimo.

Il volume su Amazon.it costa 12 euro, e si legge in un lampo. 12 euro valgono il poco tempo che è necessario per fagocitarsi le 190 pagine del volume? Sì, li valgono.

Per altro Il Polpo è stato in testa alla classifica Amazon per diversi giorni, oggi un tweet dello stesso Calcare cita:

“Su amazon sono stato spodestato dal libro di razingher. Il bene ha prevalso sull’odio e sul rancore.